MUA - MUsei Accoglienti
"Il Museo Siamo Noi"

Il Museo Siamo Noi mira a creare un ponte tra l’esperienza museale e la biografia dei nuovi cittadini di Lecce e Brindisi attraverso l’uso del linguaggio fotografico, tipografico e sonoro seguendo un’approccio ludico-pedagogico.

Nel nuovo Museo della Stampa di Lecce, il collettivo, in collaborazione con il Centro Italiano Rifugiati, Eccom e 34° Fuso ha coinvolto un gruppo di migranti a partecipare ad un laboratorio di stampa xilografica e di narrazione sonora con l’obiettivo di avvicinarli e scambiare intorno ai temi toccati dal complesso museale.

 

A Brindisi, si è proposto un laboratorio di narrazione e espressione visiva che mettesse in relazione l’esperienza oggettuale dei partecipanti con quella messa in avanti dal Museo Archeologico che ci ospitava.

Al termine della residenza artistica sono stati prodotti ed presentati: 

- Manifesti in stampa xilografica creati dal gruppo di nuovi cittadini partecipanti al laboratorio. Si è lavorato sul concetto di simbolo, accoglienza, stampa e serialità. 

Laboratorio condotto da Alice Ruzzettu. 

- Composizioni sonore in dialogo con le macchine esposte nel Museo. I prodotti sonori sono stati creati a partire dal laboratorio sonoro condotto da Max Wayne e dalle registrazioni prese in una delle più antiche tipografie di Lecce. 

- Dal laboratorio di narrazione autobiografica (condotto da Lea Walter e Fabio Pennacchia) sono state prodotte delle cartoline con la tecnica del collage. Ogni partecipante ha potuto mandare il suo messaggio ad una persona significativa.